Tescaro, Radogna è… ingiocabile
Nel “quarta” Ramello in trionfo

Il Subalpino 2024 ha i suoi due primi campioni di tappa. Nella splendida cornice del Tennis Club Tescaro Chivasso, davanti a un buon pubblico e con un’organizzazione impeccabile, Giacomo Ramello (4.1, Sport Village Bertolla) si è aggiudicato il tabellone riservato ai quarta categoria, superando 61 64, in finale, Claudio Castelnuovo (4.1, Sporting Club Saronno), che ha portato un po’ di Lombardia nel nostro circuito piemontese. A seguire, Franco Radogna (3.1, Sporting Club Fossano) ha avuto la meglio su Marco Motta (3.3, anche lui Sporting Club Fossano) che è stato sicuramente la grande rivelazione del torneo, avendo raggiunto la finalissima superando Roberto Bellotti, Paolo Ballatore e Gianni Maccarini, tutti accreditati di una classifica FITP migliore. 63 61 il punteggio a favore di Radogna: si è visto del gran tennis, peccato che nel secondo set Motta sia stato condizionato da un problema muscolare. Adesso, per gli Over 55 non impegnati al Nord Tennis, una settimana di riposo, prima di gettarsi a capofitto nella seconda tappa, in programma al CH4 Sporting dal 2 al 24 marzo. Alle premiazioni, collegato dal Centro di Riabilitazione del Policlinico di San Donato Milanese, ha partecipato anche il presidente del Tescaro Chivasso, Fabrizio Broggini, oltre alla moglie e al figlio del compianto Guido Giancola, al quale ancora una volta era intitolato il torneo.