La Scialpi vince facile al Prato Fiorito
Primo squillo di Brandinali al Master 2.0

Nel weekend si sono concluse due tappe del Subalpino Senior Tour. In campo femminile, al Prato Fiorito, è stata Carola Scialpi ad aggiudicarsi il terzo appuntamento del Lady 40 lim. 3.3. Purtroppo, malgrado gli ammirevoli sforzi del Circolo Prato Fiorito, che ha concesso un numero adeguato di campi pur in presenza di tantissimi giorni di pioggia, e del giudice arbitro Salvatore Fleres, che ha cercato in tutti i modi di districarsi tra disponibilità delle giocatrici, infortuni, campionati a squadre e maltempo, le due semifinali non si sono disputate. E nella gara decisiva, come detto, la Scialpi ha concesso un solo game a Barbera Celsa. Molto combattuta invece la finale del “chiusura” di quarta categoria, dove Edda Barolo ha avuto la meglio su Sabrina Casasanta, al termine di un match ricco di colpi di scena. 6-2 2-6 10-8 il punteggio per la tesserata dei Ronchiverdi.

Ancor più difficoltà al Master 2.0 per la terza tappa dell’Over 45 lim. 3.3. Gli iscritti erano quasi il doppio (64) rispetto a Prato Fiorito. Per concludere nei tempi ed evitare il prolungamento del torneo, si è deciso di sottoporre i giocatori a un autentico tour de force finale. Tra gli ottavi di finale (venerdì sera) e la finale (domenica mattina) sono passate appena 36 ore, nelle quali un giocatore avrebbe dovuto disputare addirittura quattro incontri. Onore comunque a Filippo Brandinali, al suo primo successo in una tappa del Subalpino: a parte la finale, nella quale Danilo Botta ha alzato bandiera bianca dopo appena due game, il portacolori del Monviso ha vinto, con merito e senza cedere nemmeno un set, tutti i quattro turni precedenti.